In Piazza Vittorio, la cosiddetta Porta Magica racchiude una storia ricca di misteri. In una notte tempestosa del 1680, un viandante bussò alla porta del marchese Massimiliano di Palombara e una volta entrato, vi trovò un’immensa biblioteca con libri storici, filosofici e di magia.

L’ospite venne invitato a passare la notte a casa del marchese e chiese lui soltanto il permesso di raccogliere erbe nel suo giardino da portar via il giorno seguente, per effettuare alcuni esperimenti.

Così fu e, al mattino seguente, del viandante non vi era nessuna traccia. Volatilizzato, Sparito nel nulla. Della sua presenza, solo una polvere gialla nel giardino ed una pergamena con la formula necessaria per ricavare l’oro: che ad oggi nessuno è riuscito mai a decifrare nonostante sia stata impressa dallo stesso marchese negli stipiti della porta.

Enigma che aspetta per voi per essere celato…chissà che non riusciate a decifrare la formula magica.

In Piazza Vittorio, la cosiddetta Porta Magica racchiude una storia ricca di misteri. In una notte tempestosa del 1680, un viandante bussò alla porta del marchese Massimiliano di Palombara e una volta entrato, vi trovò un’immensa biblioteca con libri storici, filosofici e di magia.

L’ospite venne invitato a passare la notte a casa del marchese e chiese lui soltanto il permesso di raccogliere erbe nel suo giardino da portar via il giorno seguente, per effettuare alcuni esperimenti.

Così fu e, al mattino seguente, del viandante non vi era nessuna traccia. Volatilizzato, Sparito nel nulla. Della sua presenza, solo una polvere gialla nel giardino ed una pergamena con la formula necessaria per ricavare l’oro: che ad oggi nessuno è riuscito mai a decifrare nonostante sia stata impressa dallo stesso marchese negli stipiti della porta.

Enigma che aspetta per voi per essere celato…chissà che non riusciate a decifrare la formula magica.