Domus Aurea

La Domus Aurea è stata costruita per Nerone dopo l’incendio del 64 che aveva distrutto la DomusTransitoria dagli architetti Severus e Celer e onorata dal pittore Fabullus (i motivi decorativi studiati dai pittori del Rinascimento presero i nomi di grottesche).

    Description

    La Domus Aurea è stata costruita per Nerone dopo l’incendio del 64 che aveva distrutto la DomusTransitoria dagli architetti Severus e Celer e onorata dal pittore Fabullus (i motivi decorativi studiati dai pittori del Rinascimento presero i nomi di grottesche).

    La villa, che si estendeva dalle pendici del Celio e del Palatino fino agli Horti Maecenetiani, comprendeva oltre all’edificio residenziale un ampio giardino (sull’area poi occupata dal Colosseo era un lago artificiale). La sezione di palazzo sino ad oggi scavata comprende oltre 150 ambienti mostra un impianto regolare nel cortile porticato ed un impianto movimentato nella sala ottagona con la cupola dal grande occhiale centrale e le pareti aperte su sale disposte a raggiera. Quest’ultima composta da un giardino porticato fiancheggiato da corridoi su cui si aprivano stanze; da un criptoportico dalle pareti dipinte e firmati dagli artisti rinascimentali; un ninfeo con volta rivestita da pomici e al centro un mosaico di Ulisse che porge la coppa a Polifemo e la sala della volta dorata.

    Recenti indagini archeologiche, hanno individuato sul colle Palatino e nell’area della Vigna Barberini un edificio a piante circolare, interpretato come la Coenatio Rotunda della Domus Aurea ovvero il salone per banchetti e feste di cui narra Svetonio ne “La vita dei Cesari”. L’edificio su più livelli e con scenografico affaccio sulla valle del Colosseo si articola su un possente pilone centrale del diametro di 4 metri su cui si innestano 8 arcate a raggiera destinate a reggere i meccanismi che movimentavano il pavimento rotante.

    Reviews

    There are no reviews yet.

    Be the first to review “Domus Aurea”

    Your email address will not be published. Required fields are marked *